Dodicesimo Uomo (8 ep.)

I Nuovi Mercenari

Dai tempi di antichità i mercenari erano una soluzione immediata e costosa per riempire il vuoto nelle armate. Anche i Romani pagavano il salario di altri tribù che si rendevano utili in territori lontani e non combattendo a fianco dei legionari. Le differenti città-stato nell’antica Grecia pure trovavano utile l’inserto di una armata pagata in momenti di difficoltà.

Il mercenenario arriva però ad un caro prezzo. Non c’è solo il prezzo stipulato per i servizi offerti. Si dipende soprattuto su una formazione che non trova ispirazione nella cause ma che ha solamente degl’interessi economici. Non fù la prima volta che, vedendo una situazione difficile imminente, i mercenari scelgono la via del coraggio fuggiamo invece di affaciare il nemico. C’è anche il problema di mercenari che, prendendo atto di una posizione di debbolezza del loro datore di lavoro, gli girano contro con effetti disastrosi.

Nel mondo del calcio i mercenari diventano più comuni. Ci siamo accorti da un bel po che l’attaccamento alla bandiera stile Del Piero, Totti e Maldini sono una specie in via di estinzione. Ma non è l’attaccamento alla bandiera che manca quanto l’idea del giocatore che sceglie tra squadra e squadra con principi onesti e leali. Certo, il giocatore che si trasferisce ad una altra squadra ha ogni diritto di negoziare un buon stipendio. Certo, gli stipendi megagalattici sono diventati un po la norma surreale. Vedi l’ex juventino Kapo (ora al Birmingham appena retrocesso) che regala una Mercedes SLK al ragazzo che gli pulisce le scarpe a fine stagione.

I mercenari però non sono contenti. Negoziano oltre il limite. Fanno pensare che non sono certi di andare ad una squadra. Tentennano perchè forse un’altra squadra sarebbe contenta di pagare di più. Vorrebbero aspettare perché forse un’altra squadra disputerebbe, pure lei, la Champions la prossima stagione e magari si troverebbero comodi con lei (e con qualche milione in più). Poi ci si mette l’agente che dice che ci sono altri due o tre squadre che “corteggiano”. E le squadre che diventano dei pupazzi… via all’asta spendi chi può.

In questi giorni la Juve sta per dimenticare il tetto di stipendi che doveva assicurare una buona gestione della squadra. La stella Brasiliana Amauri negozia per 400,000 in più. In più del tetto consentito di 3,500,000€ s’intende. Scusate se é poco. Nel frattempo il Milan promette il cielo per “disturbare” mentre segue Drogba (un altro mercenario) con una certa naiveté – non accorgendosi che il suo “disturbo” serve solo a questi mercenari che trovano sempre qualche imbecille per pagare.

Mi domando se gl’addetti ai lavori hanno visto il Real megagalattico. Quello superpagato dei mercenari. Quelli che arrivano al primo giorno di allenamento già appagati e che poi, quando tutto va storto trovano sempre qualcun’altro a chi dare il torto. Il calcio si avvia su una linea tortuosa dove il valore economico non riflette esattamente quello che un giocatore può dare ad una squadra. Io spero sempre che l’Amauri che tentenna farà bene se arriva alla Juve. Mi dispiace però che gente come Palladino, Zalayeta ed altri che hanno più volte dimostrato di voler lottare per contribuire alla squadra vengano spediti altrove dove forse non si paga cosi tanto ma si vede che c’e un attaccamento vero ad una maglia.

Alla prossima. 

2 responses to “Dodicesimo Uomo (8 ep.)

  1. Straquoto fino all’ultima virgola Jacques…….

    Purtroppo e` anche vero che la Juve deve per forza comprare Amauri perche` se no sarebbe l’ennesima imbarazzante sconfitta della dirigenza sul mercato giocatori. Tra l’altro e` inutile vendere un giocatore di valore medio con un altro dello stesso livello. Una degli ingredienti per la vittoria e ` quella di avere almeno un campione in ogni reparto. Ora attendo nervosamente un regista di qualita`.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s