Capello Campione (di stile?)

capello-gentleman.jpg

I never really liked the guy’s manners. To be honest I hated the guy in his Rigetta days. Then he came to Juventus and I still found his character hard to digest. Like Superpippa Inzaghi I could never find it in me to cheer him on while wearing our colours – and preferred to dislike him when he chose other teams. It was easier having Fabio and Pippa in Milan or Madrid. Yesterday Fabio won the Liga with Real Madrid after a year of turbulence in which, among other things, he manged to push away Beckham and emarginate Ronaldo and Cassano. I still believe that his Liga victory is attributable to a sum of fortuitous events and not to his having managed his team any better than the hara-kiri prone Rijkaard. If anything Barcelona lost this Liga. Anyways. During a press conference yesterday Fabio summed up his career achievements in his own style – and for once I find it hard to disagree with something he said.

«Per me – ringhia in conferenza, a champagne ancora gocciolante – con questo gli scudetti sono nove. Come Nedved, sento miei anche i due della Juventus. Li avevamo vinti sul campo. Meritatamente. Se poi un giorno hanno messo lì un certo signor Rossi e costui ha deciso in un’altra maniera, cavoli suoi. Già che ci siamo, lasciatemi togliere una spina. Quando in Supercoppa l’Inter ci battè 1-0 a Torino, ricordate?, a noi annullarono un gol regolarissimo (di Trezeguet). Arbitrava proprio De Santis. Strano: nessuno di “loro” disse beo. Ripeto: ho vinto nove campionati, quattro al Milan, uno alla Roma, due alla Juve, due al Real. Capito?»

Sul Campo gli abbiamo vinti tutti Don!

Post Scriptum ut Addendum:

Dalla Gazzetta dello Sport

Il Puma Emerson è stato uno dei giocatori più contestati di questa stagione del Real Madrid, ma, in un Bernabeu ebbro di gioia, la festa è di tutti. “Ora siamo una squadra – dice Emerson ai microfoni di Sky – abbiamo cambiato mentalità dopo un brutto girone di andata. Ora possiamo dire che il Real Madrid è una squadra. Siamo cresciuti tantissimo. Questo il mio terzo scudetto di fila. Me li sento tutti miei, perché sul campo noi sappiamo che abbiamo meritato. In Italia ho vinto tre scudetti. Il mio futuro? Non so, comincerò a pensarci domani o al massimo mercoledì. Avevo detto che prima di questa partita era giusto non pensarci. Bello e singolare vincere nello stesso giorno del mio primo scudetto italiano con la Roma”.

Quasi quasi un po me li godo anche io questi due scudetti!

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s